Cv

Curriculum Vitae

Giovanni Edoardo Nogaro

Data di nascita: 24/09/1937

Luogo di nascita: Tolmezzo (Udine)

Residenza: Cascina Oliva, 9 – 23873 Missaglia (LC)

Tel. 039/92 40 331 – Cell. 338/88 73 004

Website: www.carniamia.it , www.cjargne.com , www.principeiris.it

Email: g.edoardonogaro@gmail.com , carniamia@gmail.com ,

principeiris@gmail.com

Svolge dal 1960 l’attività di fotografo professionista a Milano (reportages,

pubblicità)

E’ specializzato nel campo della fotografia di architettura

Dal 1962 al 1982 è stato fotografo ufficiale per Kodak Italia

E’ stato il primo fotografo italiano ad aver testato le prime pellicole a colori:

  • NM64” arrivate in Italia nel 1963 con un reportage sui luoghi Manzoniani
  • Martesana” – Circolo Fotografico Milanese (Milano 1963)
  • I colori del Naviglio” – Biblioteca Comunale a Palazzo Sormani (Milano –1963) – Un documento inedito sulla vecchia Milano, soprattutto se messo a confronto con la Milano dei giorni nostri: una Milano “Violentata” per una politica generale squilibrata che rende tutte le attività instabili, comprese quelle inerenti l’arte.
  • “La Carnia” – Presentazione del prof. Ardito Desio, Grattacielo Pirelli (Milano, 10 Febbraio 1964)
  • “La Carnia” – presentazione del prof. Michele Gortani, Sala Ajace del Palazzo Municipale (Udine 1964)
  • Ha scritto un saggio: “Possibilità di valorizzazione e di sviluppo turistico come fattore economico nella Regione Friuli-Venezia-Giulia” (1965)
  • Ha contribuito a “L’Arte Popolare in Carnia” di Michele Gortani facendo dono di alcune fotografie che documentano la sua terra, le tradizioni e la vita della sua gente – Museo Carnico delle Arti e Tradizioni Popolari- Società Filologica Friulana (1965) – Dalla prefazione del volume: “Amor mi mosse, che mi fa parlare…amore verso la mia terra e la sua gente, la sua vita, le sue tradizioni , tanto più forte, quanto è più povera, dimenticata, priva di appoggi e di aiuti…debbo riconoscenza al fotografo Giovanni Edoardo Nogaro per aver ceduto le fotografie da lui scattate con intelletto d’artista e di sociologo a illustrazione del paese e delle sue genti.
  • Storie e luoghi dei Promessi Sposi” – presentazione di Guido Bezzola, Centro Informazioni Ferrania (Milano 1964)

Ha collaborato con numerose fotografie della Carnia nei volumi:

  • Mi esprimo con l’arte”, Le Monnier – Firenze (1964)
  • Il Folklore” T.C.I. (1967)
  • Italia Oggi” ENIT (1967)
  • “DIPINGE CON L’OBIETTIVO” Un Pittore che fa il fotografo – L’Avanti, 21 – 04 -’65

La Banca Commerciale di Lecco ha pubblicato due piccoli volumi sui luoghi dei Promessi Sposi (1965)

  • Architettura delle antiche case della Carnia” – Italia Nostra e “Fogolâr Friulano” (Milano 1968)
  • Arte e Vita Ebraica a Venezia” – Il Ghetto di Venezia – di M.G. Sandri e P. Alazraki – Sansoni Editore (Firenze – 1969) seguita da una proiezione al centro
  • “San Fedele” di diapositive a colori sul tema “Il Ghetto di Venezia
  • “La Carnia” – Sala Comunale delle Esposizioni (Tolmezzo 1975)
  • “La Carnia” – Sala Comunale d’arte di Palazzo Costanzi, Organizzata dal Civico Museo Revoltella (Trieste 1976)
  • Venezia: alcune gigantografie della Carnia venivano esposte nella “SALA NAPOLEONICA DEL MUSEO CORRER” (PIAZZA SAN MARCO)
  • “La Carnia” – (Belgrado 1977)
  • Ha illustrato i seguenti volumi della Collana “Ville Italiane” 1965-1975 Edizioni Sisar – Milano.
  • Ville della provincia di Belluno” di A.A. Novello (1968)
  • Ville della provincia di Bergamo e Brescia” di Carlo Perogalli e

M.G. Sandri (Milano 1969)

  • Ville della Brianza” di Pier Fausto Bagatti Valsecchi

Un’opera fondamentale per la tutela, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio artistico nazionale e di tutto il mondo civile.

Le opere sono curate dai più importanti studiosi d’arte e architettura italiani. Direttore della Collana: Pier Fausto Bagatti Valsecchi della Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano.

  • “Carnia” Architettura spontanea e Costume con testo di A.A. Novello – Görlich Editore – Milano 1973 (esaurito)
  • Ha illustrato il volume “Architettura Minore dell’Alta Valle di Gressoney

(Val d’Aosta)” (1974)

  • Ha partecipato assieme al prof. Ardito Desio per il quotidiano “La Repubblica” ad una completa documentazione del “Friuli dopo il Terremoto” (1976)
  • Nel 1981 ha documentato la visita di Papa Giovanni Paolo II a Sotto il Monte, paese natale di Papa Giovanni XXIII – servizio Inedito
  • Il volume “Il Principe Iris” (Milano – 2002 esaurito) –
  • E’ stato fotografo ufficiale della seconda e terza Missione Scientifica (1969- 1970) in Armenia SSR e in Turchia per conto dell’Istituto di Materie Umanistiche della facoltà di Architettura del Politecnico di Milano e pubblicate nella serie di Volumi voluta e seguita da Agop Manoukian, Armen Manoukian e Armen Zarian: “Documenti di Architettura Armena” (1969 – 1973) In particolare le chiese: KATCHKAR (1977), GOSHAVANK (1982), ANI (1984), K’ASAKHI VANKER (1986)
  • Il reportage fotografico “Armenia” sulla vita e luoghi del popolo armeno in

contemporanea con la serie pubblicata “Documenti di Architettura Armena

nel periodo SSR (tutte fotografie INEDITE eseguite negli anni 1969 -1973)

  • Ha contribuito alla Mostra e al volume “Il Paesaggio Friulano” a cura di

Italo Zannier – Skira Editore – Milano (2000)

  • Nel 2007 Italo Zannier ha scritto:

…tra i fotografi neorealisti più significativi del nostro dopoguerra, non soltanto per la storia del Friuli dove è nato e vissuto lungamente, va considerato il carnico di Tolmezzo, Giovanni Edoardo Nogaro, autore, dal

finire degli anni Cinquanta, di un grande reportage sulla gente, il paesaggio e

l’architettura specialmente della Carnia, rivelando una bellezza d’Arcadia,

olter che una condizione di vita patriarcale, umile ma di grande civiltà, mentre

questa stava affievolendosi in funzione dell’incipiente progresso dovuto al

cosidetto benessere del boom consumistico. Nogaro ha fortunatamente conservato le matrici di quel grande affresco fotografico non sufficientemente

conosciuto e apprezzato nonostante passate e ormai dimenticate rassegne;

credo che sia ora doveroso far emergere questo patrimonio culturale, mediante una rassegna e un volume, che confermino e facciano conoscere finalmente uno tra gli autori più emblematici della cultura friulana del Novecento.

  • Nel luglio 2005 gli è stato conferito dalla Regione Friuli Venezia Giulia il

Premio Internazionale:” FOTOGRAFIA 2005 ” Premio alla carriera.

Nell’Albo d’oro di questo Premio figurano i Grandi della Fotografia Italiana del

Dopoguerra, tra i quali : Gianni Berengo Gardin, Gabriele Basilico, Italo

Zannier, Fulvio Roiter, Mario De Biasi, Elio Ciol, Franco Fontana, ecc.

  • Tra il 2005 e il 2014 ha realizzato i seguenti servizi fotografici, tutti trasferiti

in CD:

  • IL MONUMENTALE DI MILANO
    • TERRA DI NESSUNO (Umbria e Abruzzo)
    • ISOLA di CRES :Terra di muri a secco, Grifoni e Kadulia
    • FRANCIA (Côte d’Azur – Provence – Camargue)
    • BARCELLONA
    • ZURIGO
    • LISBONA (Il Centro Storico)
    • ANDALUSIA (Siviglia – Cordoba – Granada)
    • ALENTEJO “UMA TERRA, UMA HISTORIA” (la Rivoluzione dei Garofani)
    • I FRUTTI DELLA NOSTRA MADRE TERRA
    • SHKODRA – Scutari – Albania
    • IL LAGO delle NINFEE – Cetinje – Bar (Montenegro)
    • MAREVERDE : Il Delta del Po
    • ORTICOLARIO 2011 – Villa Erba (Lago di Como)
    • BERLINO 2012
    • THE CITY OF ARCHISTARS – BERLIN 2012
    • VIENNA 2013 – Ich Liebe Dich
    • MOLDAVIA 2013
    • A TRIBUTE TO MILAN, by Cesar Pelli
    • EXPO Milano 2015
    • EMIRATI ARABI by Sir Norman Foster
    • VANKE PAVILION e PIAZZA ITALIA by Daniel Libeskind.
  • Ha partecipato all’illustrazione del volume “Il furore delle Immagini” –

(2010) Fotografia italiana dall’archivio di Italo Zannier nella collezione della

Fondazione di Venezia – Marsilio Editore.

  • Dal 26 Maggio al 28 Agosto 2011 ha partecipato all’esposizione fotografica

Images from Italy” organizzata da Nordiska Museet, Stoccolma.

  • Ha partecipato all’illustrazione del volume “Images from Italy” – Italian photography from the archives of Italo Zannier in the collection of the

Fondazione di Venezia – Marsilio Editore.

  • Federico Vicario – Presidente Società Filologica Friulana –

Udine, 27/02/2014

Ha scritto: …le porgo le mie più fervide congratulazioni per l’importante lavoro che svolge, ma anche per aver saputo valorizzare, con la sua opera, la nostra Carnia, il suo ambiente e la sua gente, mantenendo, anche a distanza, il legame, vitale, con la Piccola Patria…

  • Ha presentato “LA CARNIA (1960-1975)” con 350 Fotografie inedite in bianco e nero – Circolo Fotografico Milanese (Milano) – 3 Marzo 2014
  • Ha collaborato con diverse foto inedite della Carnia degli anni ‘60, alla mostra “La Comunità Regionale 1964-1968” che si è svolta presso il Palazzo della Regione a Trieste – Maggio / Settembre 2014
  • Ha pubblicato il CD “Incanto e Disincanto (1960 – 2014)” con un rilevante numero di fotografie
  • Il cimitero degli Israeliti – Milano 2015
  • Il mio Monumentale – 1959 – 2016
  • EXPO Milano 2015 – Una festa di cultura, popoli e sapori
  • La grande guerra (1915 – 1918) – La seconda guerra mondiale (1939 – 1945)
  • Il pavone e l’uva (Sicilia Centro-Sud 2016)
  • Sicilia Terra di canti ed Incanti – Fotoreportage di Ragusa, Modica, Scicli, Aidone – Morgantina, Il Casale Romano, Vizzini, Caltagirone, Campobello di Licata, Favara, Niscemi, Caltanisetta, Ibla, Enna
  • Mostra personale (22/11/2016 – 09/12/2016): “Cjargne – Carnia 1960-1975” – Palazzo del Consiglio della Regione “Friuli Venezia Giulia” (Presentazione di Italo Zannier)
  • Ha partecipato all’illustrazione di molti prestigiosi libri di architettura e

riviste del settore, pubblicati da editori italiani e stranieri